Zaino e accrocchi tecnologici

Ciao mondo,

Mancano 92 ore alla partenza per il Giappone e, mentre Panda si sta arrovellando il cervello sugli itinerari per il viaggio (non credetele quando dice che ha fatto tutto da sola.. ho contribuito anche io!), ho fatto un po’ il punto della situazione su zaino e “aggeggi tecnologici”.

Innanzitutto, ho colto l’occasione per comprare un nuovo zaino apposta per la macchina fotografica, dato che quello vecchio a tracolla è davvero troppo scomodo per un viaggio così lungo. Ho scelto quindi un modello abbastanza capiente e dotato di due scomparti separati: uno per il materiale delicato e uno per la roba di tutti i giorni. Le molte tasche, il telo impermeabile e un bel design (é davvero bellissimo) mi hanno portato ad acquistare questo zaino qui. Non è enorme ma sembra molto comodo e l’essenziale è che ci sta tutto!

Porterò con me l’immancabile Nikon 3200, due obbiettivi e la nuovissima Go Pro Hero 5 Session (finalmente avrò l’occasione di testarla vome si deve) e qui sorgono i primi problemi: ricarica e memoria. Ecco quindi i due accrocchi che ho preparato per il viaggio:

  • Adattatore presa universale: premessa, in Giappone oltre ad avere una presa di forma diversa hanno anche un volaggio differente (100 volt). Verificate che tutti gli apparecchi abbiano la scritta 100-240 volt altrimenti necessitate di un trasformatore. Gli aspetti essenziali di un adattatore di questo tipo sono che é predisposto per tutti i tipi di presa (anche inglesi e usa), ha due porte usb che per caricare i cellulari sono più comode, ci puoi attaccare una ciabatta dato che è predisposta sia per prese normali sia shuko e ha un fusibile che in caso di sbalzi di tensione o simili non ti fa bruciare tutto.
  • Memoria: non avendo intenzione di portare il pc la soluzione ottimale (proposta da un simpaticissimo e disponibilissimo commesso dell’euronics) è un cavo OTG. Questo fantastico ritrovato della tecnologia permette di collegare il vostro cellulare ad una porta usb e quindi ad un hard disk esterno. Funziona con tutti gli hard disk alimentati esternamente mentre per quelli autoalimentati dipende dal vostro cellullare (Huawei p8 va da dio). Quindi, mettendo la microSD della vostra reflex nel cellullare, potete copiarne il contenuto sull’hardisk e ricominciare a fare foto.. più facile a farsi che a dirsi, vi assicuro!

Altre info utili riguardo al bagaglio a mano: tutto ciò che ha una batteria va messo lì (visto come trattano le valigie solo un folle lascerebbe la reflex nella valigia), si possono portare i power bank (almeno per Alitalia) e anche le aste per i selfie (nonostante quello della gopro sembri uno sfollagente adatto per i cellerini allo stadio).
Per ora è tutto,

Omar

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: